Un rapporto Samsung del 2010 mostra come il Galaxy S sia stato studiato per assomigliare ad iPhone!

08 Agosto 2012

La lotta per i brevetti è continuamente protagonista di novità, azioni legali, sconfitte, vittorie, appelli e praticamente ormai tutte le case sono più o meno coinvolte e nella maggioranza dei casi Apple è una delle parti che accusa o che viene accusata. Se in alcune occasioni le richieste di brevetto da parte della casa di Cupertino sono al limite dell'assurdo (e ancora più assurdo che vengano concessi certi brevetti in America), altre volte è chiaro come Apple abbia ragione. In questi ultimi giorni si è parlato molto di Touch Wiz, brevetti Samsung/Apple e di come Samsung si sia ispirata ad Apple per sviluppare la propria interfaccia Android. Che il primo Galaxy assomigliasse ad iPhone ce ne siamo accorti tutti, giudici compresi, e che il produttore coreano abbiamo preso ispirazione da iPhone per la propria interfaccia è intuibile. Il problema è che la linea di confine tra libera ispirazione e copiatura è veramente sottile e dunque è difficile riuscire a non cascare da una parte (Apple) o dall'altre (Samsung). Negli infiniti incontri e accuse tra le aziende, sono emersi documenti che mostrano come effettivamente Samsung abbia preso in esame iPhone per cercare di evolvere la propria interfaccia su Android e renderla più piacevole, colorata e ricca.

Ai tempi del primo Galaxy i7500, Android non godeva di interfacce personalizzate e anzi, era molto scarno e poco piacevole alla vista. Da subito, dopo la prima ondata di modelli, i produttori principali (HTC e Samsung) hanno studiato interfacce e UI alternative per rendere Android più fruibile, bello e cool. Cupcake e Donuts non erano come ICS o Jelly Bean e il sistema era decisamente povero a livello estetico e molto spartano.

HTC con la Sense ha sfruttato un'idea originale che era maturata anni prima con Windows Phone e in modo analogo Samsung ha strutturato il proprio Touch Wiz. La differenza è che Samsung ha preso in esame in modo meticoloso iPhone, cercando di capirne i punti di forza dell'interfaccia, le qualità dell'interazione delle finestre di dialogo e la grafica generale.

Quando si studia approfonditamente un altro ecosistema, è difficile non cadere "in tentazione" e non essere influenzati nella realizzazione di un lavoro. Samsung sicuramente non ha ricercato la massima originalità e la scelta non è stata casuale visto che il marchio iPhone era già un pilastro nel mondo della telefonia quando usci il Galaxy S i9000. Dunque Samsung ha cercato di capire la chiave del successo di iPhone portandola su Android e, a conti fatti, prendendo ispirazione dall'interfaccia Apple e rivisitandola a suo modo. Che sia una copiatura bella e buona o una rivisitazione poco importa, ci sono i giudici che stanno cercando di capire a chi dare ragione, ma ognuno di noi un'idea la può avere ed esprimere.

Quello che è comunque appurato e ufficiale è che Samsung ha studiato in modo approfondito iPhone per creare la personalizzazione Android e rendere il Galaxy S più appetibile all'uscita. Sicuramente ci è riuscita e parte del successo che ha oggi forse lo deve anche al caos mediatico che è scaturito dalle vicende Apple vs Samsung.

Starà ai giudici, come sempre, valutare quanto la libera ispirazione sia accettabile o quanto e quando questa si trasformi in copiatura pura.

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.

UK: secondo alcuni report molti acquirenti del nuovo Samsung Galaxy S5 avevano un iPhone

La nuova versione di WatchON arriva su Play Store in esclusiva per Galaxy S5

Il primo smartphone Tizen sarà lanciato durante il secondo trimestre del 2014

I primi rivenditori in UK confermano il raddoppio delle vendite di S5 rispetto ad S4 nel primo giorno di lancio