Samsung Gear IconX: belle, ma giovani | Recensione

29 Ottobre 2016 483

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Correre con la musica è doping. Nel 2007 andò sui giornali il divieto all’uso di auricolari e riproduttori multimediali della “Federazione americana di atletica” per la maratona di New York. Si pensava a questioni di sicurezza, ma poi la stessa organizzazione chiarì che non si voleva concedere un “vantaggio agonistico” a chi ne faceva uso. Dopo tutto la spinta motivazionale, che poi spesso è un semplice annoiarsi meno, è uno dei vantaggi di chi corre ascoltando musica.

Anche io la vedo così, ma solo in parte: ok per il jogging, per il cardio in palestra, per i lunghi di due ore - magari in una pausa tra una preparazione e l’altra oppure per un’uscita in posti davvero belli. Ma in tutto il resto no, meglio sentire il corpo, restare concentrati sui km, sulla cadenza, sull’appoggio. Quando si mette tanto impegno nella corsa, meglio non alterare la prestazione (nel bene o nel male) con la musica. Se l’obiettivo è superare momenti di difficoltà con la cassa tecno o con l’assolo di una Firebird pompata dal Big Muff, si sta sbagliando approccio. Conviene affidarsi al vecchio metodo: allenarsi meglio. Anche perché ingannare la percezione dello sforzo e quindi ignorare i segnali del nostro corpo può eccitarci al punto di andare oltre le nostre possibilità fisiologiche. E non è una buona idea per noi amatori.

Detto questo, cosa c’entrano le Gear IconX? Perché questa prefazione dal finale velatamente macabro? Non lo so, ma mi sembrava un buon modo per andare al nocciolo della questione. Molti si avvicinano ai rivoluzionari auricolari di Samsung proprio per ascoltare la musica durante l’attività fisica. E senza usare lo smartphone. Tra questi, ci sono anche io.

Perché le Gear IconX sono uniche

Le IconX hanno il grande vantaggio di poter contenere fino a 1.000 brani al loro interno (ogni auricolare ha 4 GB di spazio: quando inserite la musica, il software la copia su entrambi così potete usarne uno soltanto) e di essere dei riproduttori multimediali indipendenti. Toccandoli si regola il volume, si cambia traccia, si mette in pausa. Volendo, ripeto, si può uscire senza smartphone ed ascoltare musica. Non è una cosa da sottovalutare perché in questo momento non c’è niente di paragonabile che permette di farlo. Tra gli sportwatch solo TomTom Spark/Runner ha memoria per le canzoni, ma è uno strumento limitato e va bene solo per certi sportivi. I Garmin, per dirla una, non hanno spazio interno. Nemmeno di Suunto o i Polar. Le Gear IconX non si rivolgono ai runner/ciclisti impegnati (per i motivi sopra ma anche per ragioni tecniche, autonomia tra tutte) ma coprono stranamente questi bisogni.

Specifiche tecniche Gear IconX

  • Dimensioni: 18.9 x 26.4 x 26 mm / Peso: 7+7 grammi / Custodia: 52 grammi
  • Sensori: HR, accelerometro, touch capacitivo / 2+2 microfoni / Res. schizzi P2i
  • Memoria: 4+4 GB (max 1.000 brani) / Supporto: MP3, M4A, AAC, WAV, WMA (v9)
  • Batteria auricolari: 47+47 mAh / Batteria custodia: 315 mAh / Carica microUSB
  • Bluetooth 4.1 LE / 16 Ohm / Compatibili Android 4.4+ e iOS (funzioni base)

E comunque ci sono altri vantaggi nell’uscire con le IconX. Sono wireless, del tutto senza fili, pesano 7 grammi l’una, hanno una modalità chiamata Ambient Sound per amplificare i rumori ambientali tramite i 2 microfoni per lato, e stanno anche bene all'orecchio una volta trovata la giusta combinazione tra i gommini in confezione. Bisogna abituarsi alla loro presenza, ma restano stabili al loro posto da subito.

Quando scrivevo che dietro le IconX non ci sono target competitivi, o meglio che si rivolgono agli sportivi poco impegnati, prendevo come riferimento due aspetti. Il primo è la durata della batteria: con la modalità musica locale durano circa 1 ora e 30 minuti, ovvero senza collegamento allo smartphone. E siamo già sotto il tempo medio di un lungo o di una bella pedalata. Il secondo è il sensore cardio integrato in ogni auricolare. Serve per prima cosa a mettere in pausa la riproduzione quando vi togliete gli auricolari (molto comodo, non si spreca nulla e fa tutto da solo) ma serve anche a registrare il battito durante un allenamento e salvate tutto su S-Healt. Assieme all'accelerometro integrato, è in grado di memorizzare i dati di un'attività ed inviarli dopo allo smartphone. Senza un telefono vi perdete la traccia GPS, ma tutto il resto c'è.

Sapete che mi fido poco dei sensori ottici. Così per provarlo ho registrato una sessione blanda confrontando i suoi valori con quelli di un TomTom Spark con PPG al polso, e con quelli di un Forerunner 635 con fascia HRM. Il risultato è stato confortante. La massima e la minima sono distanti dalla lettura con fascia, ma la media è quella e siamo senza dubbio sui livelli della misurazione al polso fatta dal TomTom. Resta una stima da prendere alla leggera ma non è peggiore di quella spacciata per valida di molti sportwatch. In breve, considero le Gear IconX credibili nella lettura cardio se l'obiettivo è misurare una sessione in palestra, un po' di jogging o una camminata.

Da sinistra: S-Healt (IconX), TomTom (Spark) e Garmin (FR635+HRM).

Perché non sono ancora pronte

Attenzione: non c'è una modalità di controllo continuo del battito stile fitness tracker: si attiva solo quando avviate un allenamento. Il motivo? Perché non potete tenerle all'orecchio tutto il giorno. Non hanno l'autonomia necessaria. In modalità auricolare, collegate al mio Galaxy S6 Edge durante la trasferta per la Mezza del Lago di Vico (chiusa a 1:29:07, se permettete!) le IconX si sono spente prima delle 3 ore. In questo tempo mi hanno guidato fino a destinazione, mi hanno letto notifiche e permesso di rispondere ad una chiamata. Non è stato un flusso audio continuo. Le ho tolte dal loro caricatore alle 13:41 e alle 16:04 ho sentito la vocina del "10% di carica residua". Da lì, in 20 minuti si sono spente.

Rimesse nel loro modulo di ricarica (fatto davvero bene: è pratico e comodo da lasciare buttato in borsa o in tasca) mi hanno mostrato il LED verde di ricarica completata in 70 minuti. Secondo Samsung il sistema permette di caricarle 2 volte per un totale di 3 cicli completi, ma io sono arrivato a 1 e mezzo. E credo che il motivo sia un certo draining della batteria interna: il caricabatterie perde carica dopo 1 giorno di non-utilizzo. Quindi ok se lo usate per 2 ricariche di fila, ma non pensate di tenerlo lì fermo per 3 giorni e poi trovarlo pronto a caricare i vostri IconX. L'approccio ideale è caricarlo ogni sera così da averlo pronto per il giorno dopo. Un po' noioso.


Ci sono altri limiti di gioventù. L'app per caricare la musica da PC (è l'unico modo: le mettere nella custodia e collegate questa al PC) è instabile e lenta. Durante il collegamento Bluetooth allo smartphone capitano dei ritardi nella gestione dei comandi (esempio: alzare il volume) come se gli auricolari dovessero svegliarsi dallo standby. Quando usate entrambi, sopratutto in modalità musica locale, tendono a scaldare: non succede con uno soltanto quindi dovrebbe dipendere dal collegamento wireless che li collega. Non sono waterproof, e i pin di ricarica tendono a coprirsi con il sudore: meglio dare una pulita di tanto in tanto.

Gear IconX: pregi e difetti

Senza fili e senza noie, difficile tornare indietro.Buon volume, suono bilanciato, comode e stabili.Auto pausa quando rimossi, ripartono quando inseriti.Perfette per allenamenti in palestra con la musica.
Pin di ricarica si coprono con il sudore.L'autonomia è ridotta e la custodia si scarica da sola.Resa ottimale solo con prodotti Galaxy.Tendono a scaldare... nonostante l'inverno.Controlli complicati, capitano tocchi non voluti.La modalità Ambient Sound è fastidiosa.

Infine, il pairing con dispositivi non-Samsung non-Galaxy è complicato. L'app Samsung Gear non è compatibile con tutti i device Android (un esempio: il mio OnePlus X) e anche il semplice abbinamento al PC è impossibile. Funzionano in modalità limitata con iOS, ma in linea di massima posso dire che sono auricolari per la serie Samsung Galaxy. E Stop.

Considerazioni finali

Le Gear IconX sono innovative e d'effetto. Una volta provate non si torna indietro. Odierete il vostro auricolare con filo, e vi farà davvero comodo tenerne una all'orecchio durante gli spostamenti giornalieri. Sono un buon supporto all'attività fisica: il sensore cardio è credibile quanto il lettore al polso di certi sportwatch, l'app S-Healt è buona, si integra ed esporta, non si staccano, suonano equilibrate, pesano una miseria. E poi risolvono il problema di chi vuole fare attività fisica con la musica senza portarsi dietro lo smartphone (ottima idea!). Però soffrono il loro essere dei dispositivi di 1° generazione. Hanno poca autonomia e una gestione energetica da rivedere, funzionalità interne in versione beta e compatibilità ai minimi termini con dispositivi non-Galaxy. Il sistema di controllo soffre di riconoscimenti casuali del tocco e poca precisione nelle gesture: un aumento del volume diventa un doppio tap, un triplo tap diventa l'avvio della modalità allenamento. Capita spesso, purtroppo.

La buona notizia è che Samsung regala le Gear IconX a chi compra un S7 o S7 Edge italiano (promozione in scadenza, leggi qui) e in questo contesto diventano il completamento ideale per un prodotto Galaxy. Tutti gli altri possono seguirle perché si meritano attenzioni, ma è meglio aspettare la prossima generazione prima di passare all'acquisto.

L'iPhone più classico di sempre? Apple iPhone 6s, compralo al miglior prezzo da Stockisti a 519 euro.

483

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alex

Ciao a tutti. Volevo fare una domanda,c'è la possibilità di utilizzare e configurare le icon X avendo soltanto l'auricolare sinistro? grazie a tutti in anticipo

Il cape

Ciao a tutti. Acquisto da sconsigliare. Vi dico i difetti che ho riscontrato oltre quanto detto da altri in preceenza, premettendo che le uso solo per correre e senza cell.:
Non hanno un SW per impostare una playlist, per cui ti ascolti che capita;
Si bloccano, devi quindi riavviare la riproduzione che riprende da dove decidono loro;
Non sono precise né per la distanza (errori di oltre1 km su 10), né per il tempo di allenamento trascorso, cosa che sembra inspiegabile;
la qualità audio è scadente, equivale quela di cufiete da 20 euro
Il fatto che si scarichino, e con loro anche la batteria di ricarica, anche per inutilizzo, fa si che le trovi sempre scariche, o cmq con autonomia, già carente di suo, ampiamente ridotta.
Gli unici pregi che ho riscontrato, sono la praticita e che sono parecchio fighe, se volete vi vendo le mie.

Franco

... e ce l'hai anche piu' lungo!!

Innocenzio Vella

Il mio è una esperienza personale che da un idea di come funzionano e signor nessuno sei tu

Franco

nemmeno il tuo porta da nessuna parte visto che sei un signor nessuno e il tuo giudizio conta come il due di picche.Siamo in un paese libero e pertanto sono libero di dire quello che mi pare.Se la cosa non ti aggrada non commentare.

Innocenzio Vella

Secondo me si,al posto di commentare il giudizio degli altri perché non fai un commento degli auricolari anche perché il tuo per ora non ci ha portato da nessuna parte...

LH44

E un prodotto che sdogana il concetto di auricolare senza filo.
Per chi fa sport, sono un plus. Uniscono più prodotti in uno , con un usabilità eccellente ed un ergonomia al top.

Bella la cosa della memoria interna.
Per essere bt ottimo l audio.

LH44

L autonomia di per sè non è un. Problema. Ci faccio sport ed hanno una buona qualità e un ventaglio di funzioni interessanti.
Ergonomia sono al top. Fondamentale per chi fa sport

LH44

Concordo anche io. Ottime cuffie

ant3410

Anch'io le ho portate in un centro assistenza ma ancora non le ho ritirate.
Ma dopo che le hai ritirate dall'assistenza hanno ricominciato a non funzionare?

Gabriele Forcella

stessa cosa. portate in centro assistenza venerdi e riprese oggi. al primo utilizzo andavano bene, ora ha ricominciato a non sentirsi dal sinistro.

sabrina

ciao a tutti volevo dare anche la mia opinione in merito alle gear iconx ... inizio dai pregi che a mio avviso sono molti: prariche- comode- sopratutto funzionali . nei miei allenamenti in palestra 1.30 di cardio non mi hanno mai abbandonato musica e rilevazione cardio molto buona!! e nel ritorno verso casa ho provato a fare due chiamate di circa 15 minuti e non mi hanno dato problemi anzi molto pratiche e comode. sistemo casa o stiro e sento la musica senza problemi senza l impiccio del filo o di non sapere dove mettere il telefono!! difetto: ogni giorno vanno ricaricate e se non usate si scarica cmq. la batteria......ma credetemi non potrei farne a meno!!! sono fighissime e le consiglio..... magari come regalo di Natale

ant3410

Mi capita che l'auricolare destro si sente bene, mentre in quello sinistro il volume si sente basso o quasi impercettibile . Come posso risolvere? È un problema che va risolto presso un centro assistenza?

Sergio

Ciao a tutti, ieri mi sono arrivate le cuffie grazie alla promo regalo con S7 EDGE però devo dire che la qualità audio è imbarazzante. Una volta che si alza il volume l'audio comincia subito a gracchiare e diventa insopportabile sia per quanto riguarda i brani caricati nella loro memoria interna sia dal telefono. In conversazione invece mi sono parse abbastanza buone. Qualcuno ha riscontrato il mio problema o purtroppo è proprio cosi?

Ste

secondo me sono informazioni che comunque dovrebberò essere dichiarate

Flagship ( AmAk )

Sicuramente meno di quelle che posso esserci "spontaneamente in giro".

M-Redstone

Ho la versione non BT. A parte che sono decisamente più ingombranti, purtroppo le mie dopo un po' si sentono pianissimo da un auricolare..

M-Redstone

Eh lo so ma è molto black, specie in questi giorni di commemorazione... devi proprio essere un inglese ;-)

M-Redstone

In questo hai ragione... ma sai, su devices così piccoli è veramente difficile inserire batterie al capienti... una bella sfida. E se le "pompi" troppo abbiamo visto che fanno booom :-)) Cmq battute a parte si, è un prodotto interessante e per certi versi unico, ma ancora acerbo. Vediamo come si evolve

Nicholas P. Wilde

sono indubbiamente più equilibrate, magari non il prodotto dell'anno! no di certo... ma almeno non hanno nessun vero grande difetto, mentre le iconX, per quanto possano essere molto più belle e comode, hanno qualche difetto non trascurabile, primo tra tutti l'autonomia (quando sto fuori a fare una corsa a piedi o in bici sto fuori per più tempo rispetto alla loro autonomia) e poi non sono proprio a "buon mercato"
alla fine è come dice nella recensione: "interessanti, ma ancora un prodotto acerbo", aspetterò con fiducia la prossima generazione!

Alessandro L

Potresti anche trovare qualcuno che preferisce l'ergonomia..

M-Redstone

Non hanno nulla a che vedere con le IconX

Danilo

Continuo a preferire Auricolari così:

https://uploads.disquscdn.com/...

c1p8HD

E poi ci si domanda come mai le regalano... :D

Fabio Messina

Io con la Wind ho preso s7 flat a 400€ (100€ subito e il resto a rate da 10€) + 1GB di traffico dati. E la Samsung mi ha anche regalato le Gear IconX. Questa è una vera offerta!

Ste

si sa quante radiazioni possono emettere ?

Mister chuk revenge

ma mica dico il contrario...ho solo detto che fosse un prodotto diverso

Dexter

Mister devi sapere che per chi si allena seriamente ( e non parlo di olimpiadi ma che fa 3/4 uscite settimanali di corsa) molto probabilmente non gli importa una coppa del cardio degli auricolari perché molto probabilmente ha un cardiofrequenzimetro serio o meglio uno sportwatch che oltre al cardio gli fa da gps e tanto altro,stessa cosa dicasi per la funzione dello sdoppiamento delle memorie .
A mio avviso l'utente con cui ti stai prendendo non ha fatto niente di male a consigliare le ottime cuffie della Sony visto che sono pensate per lo sport ( l'hanno fatto vedere anche nella pubblicità sulle olimpiadi) e l'alternativa citata è pensata per lo sport con qualche funzione in meno ma che un buon Runner sa che è aria fritta.

Dexter

Lascia stare chi si lamenta ma a me il tuo consiglio è servito molto infatti le terrò d'occhio ed appena ne avrò la possibilità molto probabilmente le acquisterò .
A me interessa la robustezza la durata di ciò che compro,mi affeziono a ciò che è mio e non mi piacciono le cose usa e getta che ti durano 1/2 anni e poi sono da cestinare.
Tu che le hai usate come ti sembrano ?

Gios

Scusa non ci siamo capiti: non 'non sono capaci".....è il massimo possibile ad oggi con quella batteria da 47mA.....

Lasci perdere chi non ci prova, da qualche parte si deve iniziare

Darkat

Dove? stanno sui 200€ entrambe solo che le Icon X usate (quelli che le prendono con l'offerta di S7 Edge e le rivendono) ora le trovi a meno anche

Alex

Costano anche di più...

Darkat

Si :/ tutte le cuffie bluetooth del 2015 sono praticamente così, che hanno di diverso queste Apple? In ogni caso le Gear X hanno una marea di fuonzioni in più per il running, non si possono certo paragonare

qandrav

avrei preferito nessun sensore cardio ma una batteria un po' più seria

Mister chuk revenge

Beh...da quello saresti dovuto andarci da anzitempo.
Ciao a te :)

Ikaro

E non è compito mio farti da psicologo :D
Ciaone

Mister chuk revenge

Allora, ripeto, non é mio compito farti da insegnante, anche perché non sono pagato per questo.
Ma...se ti poni male, devi attendere di essere risposto male.
Allorché non concepisco il tuo intervento, mirato contro di me, aprioristicameente senza elementi coerenti.
Siamo davvero alle basi, della comunicazione.
E no...non ho mai insultato nessuno né mi sono posto male senza alcuna motivazione, chi sono lo sa tutto il blog, sono qui da tempo per passione e divertimento, non per azzuffarmi.

Ikaro

Ponersi male? Quindi chiunque la pensa diversamente da te, si pone male... Buono a sapersi :)
Giusto per sapere, ma quanto sei egocentrico???
Fermo restando che il tipo non ti ha di certo attaccato, se per un caxxo di troppo te la prendi, o non sei mai uscito di casa o hai la coda di paglia...
Visto come ti alteri facile ho i miei dubbi che tu non abbia mai insultato nessuno...stenderei poi un velo pietoso sul tuo concetto di "distruggere" avrai si e no 12 anni...

Mister chuk revenge

Loll...tu hai esordito parlando a vanvera e male senza manco accorgerti che ero io quello offeso ahah
Mai insultato nessuno...ma se ti poni male, diciamo che ti distruggo :)

Ikaro

Bene adesso trovami una mi frase maleducata e a vanvera (ovviamente prima che te inizassi a sbraitare insulti a caso)...
Io aspetto ;)

Mister chuk revenge

Per la serie, le patate sono meglio delle scarpe xD

Ikaro

"La ragione non esiste quando c'è chuck di mezzo"

Mister chuk revenge

Se ti poni maleducato e parli a vanvera si.

Ikaro

Nessuno e perché se io ti faccio notare una cosa, mi azzanni...

Mister chuk revenge

La ragione é sempre simile xD

Mister chuk revenge

Per me puoi consigliare pure il colosseo in un articolo di iconx, ho solo sottilineato che fosse un prodotto totalmente diverso xD chi ha detto che non possa farlo?

Ikaro

Ahaha comprensione del MIO TESTO... Siete fin troppo simili voi due ;)

Mister chuk revenge

Uhm..puoi fare di meglio, mi diverto ancora poco io xD

Mister chuk revenge

Impresa ardua far capire cose elementari...lass perdere ah ah

Ikaro

E si ritorna al concetto del bue che da del cornuto all'asino...
Non decide lui chi e su cosa si deve commentare... Se in un articolo di cuffiette evolute uno vuole consigliarne altre che magari c'entrano poco, non vedo perché non possa farlo...

Samsung Galaxy A3 2017: piccolo, elegante e potente | Recensione

Samsung Galaxy S8: tutte le possibili novità in attesa del 29/03 | Video | Agg.

Samsung Galaxy A5 2017: un Galaxy S7 di fascia media | Recensione

Samsung Galaxy A5 2017: Test live batteria | Terminato ore 17.40