Samsung Galaxy Note Edge: la Recensione di HDblog.it

13 Dicembre 2014 723

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Sono passati 2 mesi dalla recensione del Galaxy Note 4 | Samsung Galaxy Note 4: la Recensione di HDblog.it | un prodotto che tutt'oggi ci accompagna quotidianamente e che abbiamo scelto di acquistare tra i tanti smartphone usciti in questo 2014. Sebbene ancora non tutto sia perfetto, Note 4 è un prodotto che ci ha convinto si da IFA sebbene la curiosità massima fosse tutta rivolta a Galaxy Note Edge. Oggi finalmente possiamo proporvi la nostra recensione dopo averlo usato per molto tempo e tanti di voi lo avranno già visto in alcune colazioni a Milano tra novembre e dicembre. Schermo curvo e caratteristiche al top bastano per giustificare gli 869€ richiesti a listino Italiano? Scopriamolo nella recensione.

Hardware, Materiali ed Ergonomia:

Galaxy Note Efdge è praticamente identico al Note 4 e di conseguenza alcune parti della recensione saranno molto simile visto che il prodotto è lo stesso fatta eccezione per il display curvo e le finiture laterali. Edge offre il miglior hardware ad oggi disponibile integrando le ultimissime tecnologie sul mercato e proponendo di fatto il dispositivo mobile più avanzato e completo. Non solo Snapdragon 805 a 2.7 GHz con GPU Adreno 420 a 600MHz, ma anche 3GB di memoria RAM e 32GB di memoria interna espandibile. Il tutto associato ad un display QHD da 5.7 pollici Super Amoled e da un secondo schermo laterale curvo Amoled che si integra perfettamente con il principale. Il tutto alimentato da una batteria, removibile, da 3220mAh. e in grado di offrire una fotocamera da 16 megapixel in 16:9 con stabilizzatore ottico, una camera anteriore da 3.7 megapixel e vari sensori posti in corrispondenza del flash e nella parte superiore della scocca frontale. Difficile poter desiderare qualcosa in più:

  • Dimensioni: 151.3 x 82.4 x 8.3 mm
  • Peso: 174 g
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 805 APQ8084
  • Processore: Krait 450, 2700 MHz, Numero di core: 4
  • Processore grafico: Qualcomm Adreno 420, 600 MHz
  • Memoria RAM: 3 GB, 800 MHz
  • Memoria interna: 32 GB
  • Schede di memoria: microSD
  • Display: 5.7 pollici, Super AMOLED, 1440 x 2560 pixel
  • Batteria: 3000 mAh
  • Sitema operativo: Android 4.4.4 KitKat
  • Fotocamera: 5312 x 2988 pixel, 3840 x 2160 pixel, 30 fps
  • Scheda SIM: Micro-SIM
  • Wi-Fi: a, b, g, n, ac, Dual band, Wi-Fi Hotspot, Wi-Fi Direct
  • USB: 2.0, Micro USB
  • Bluetooth: 4.1
  • Navigazione: GPS, A-GPS, GLONASS

Il confronto con il Note 4 mostra le piccole ma importante differenze di design, di materiali ed estetiche che rendono i due prodotto diversi per ergonomia, funzionalità e touch & feel.

Come Note 4 e a differenza di Galaxy S5, Edge non è certificato IP67 e quindi non è impermeabile e, rispetto a Note 3, non ha la USB 3.0. Due dettagli che non risultano particolarmente deficitari anche se la capacità di resistere all'immersione poteva essere un plus interessante.

In compenso Samsung ha scelto lo stesso design del Galaxy Alpha e dunque abbiamo una cornice, dove presente, completamente in metallo che rende più solida e premium la struttura dello smartphone. Rimane inalterata la possibilità di aprire la cover posteriore per sostituire la batteria, inserire la MicroSIM o aumentare la memoria. Come per Note 3, la versione bianca ha un grip posteriore inferiore rispetto alla versione nera che è più gommata e, a seconda dei gusti, anche più gradevole esteticamente (e rispetto a Note 4 Edge nero è a nostro avviso la scelta giusta da fare).

Con dimensioni pari a 151.3 x 82.4 x 8.3 mm, Note Edge non ha la stessa maneggevolezza del Note 4 in quanto la larghezza superiore dovuta ad un "extra display" rende la presa meno agevole e lo smartphone risulta piuttosto largo e difficile da impugnare con una sola mano. L'ergonomia è dunque peggiore anche se è presente una chicca software quasi bizzarra: è possibile capovolgere sottosopra il telefono in modo da poter utilizzare il pannello laterale anche se siamo mancini. A questo si aggiungono le tante utility che permettono di ridimensionare la UI in vari modo per accedere facilmente alle funzionalità anche con una sola mano.

Display:


Da alcune generazioni di Samsung troviamo sempre un continuo miglioramento dei display sia in termini di qualità sia di risoluzione. Note Edge non fa eccezione e anzi, riesce a migliorare ancora il pannello integrando da un lato la tecnologia Super Amoled e dall'altro la risoluzione QHD. Sebbene una densità di ben 515ppi possa risultare inutile, l'accoppiata diagonale ampia, interfaccia ottimizzata, processore potente e autonomia ampia non fa assolutamente rimpiangere i display Full HD.

Lo schermo del Note Edge non è solo molto luminoso, sopratutto con settaggio automatico della luminosità che aumenta ulteriormente la retroilluminazione in presenza di forte luce, ma è anche migliorato a livello di matrice e qualità percepita grazie ad una diversa ottimizzazione dei singoli pixel. Per la prima volta su un Amoled la nostra immagine test griglia viene riprodotta perfettamente e anche le altre foto mostrano una qualità cromatica estremamente gradevole e ben bilanciata. Ovviamente parliamo sempre di un display tendenzialmente saturo ma i settaggi possibili nelle impostazioni potranno accontentare un po' tutti gli utenti.


Ottimi anche i bianchi che ormai non tendono più al celeste come le passate generazioni ma anzi, virano forse di più verso il grigio crema (leggermente) rendendo le immagini chiare ancora più interessanti. Neri ovviamente assoluti e grazie all'Amoled si avrà una profondità cromatica irraggiungibile da qualsiasi altro display IPS seppur ormai ottimi nelle ultime generazioni.

Sempre parlando di display citiamo l'ottima risposta del pannello touch screen, l'assenza di ritardi di qualsiasi tipo e il perfetto sincronismo con l'interfaccia software.

Display Curvo:


La caratteristica unica di questo device e che lo distingue in modo importante da Note 4, è il display laterale curvo che aggiunge un'ulteriore superficie di interazione per l'utente. Samsung non ha solo integrato una tecnologia particolarmente complessa e costosa da produrre, ma ha anche realizzato un software in grado di ottenere reali vantaggi nell'utilizzo quotidiano di questa estensione del display principale.

Rispetto a quanto si possa pensare, lo schermo curvo non solo funziona in modo totalmente separato dal display principale, ma può esserne anche un'estensione che si adatta alle diverse schermate e applicazioni. Questo permette di abituarsi ad avere una superficie touch ulteriore che risulta davvero comoda in tantissime occasioni. Banalmente anche sulla Home la possibilità di avere collegamenti, cartelle e applicazioni "fuori" dal display e sempre a portata di tap permette di velocizzare moltissime operazioni.



Il display laterale inoltre è una vera estensione del principale e di fatto interagisce con il pannello da 5.7 pollici come se fosse un'unica unità visto che trascinamento, apertura cartelle e altro vanno ad intersecarsi senza soluzione di continuità.

Tantissime poi le impostazioni che permettono di sfruttare pannelli di vario genere che possono essere utilità, notifiche, collegamenti, semplici frasi o feed reader e altro ancora. Anche sviluppatori indipendenti stanno lavorando con Samsung.

Pannello Wacom:

Note Edge è uno dei pochissimi dispositivi mobili in grado di integrare un digitalizzatore Wacom all'interno del Display. Un motivo in più per apprezzare lo spessore di soli 8.5mm che riesce a racchiudere tutti i componenti senza sacrificare neanche la batteria.

Il nuovo pannello migliora ancora l'esperienza di scrittura con la S Pen. Non solo abbiamo più funzionalità software che permettono di tagliare, archiviare, condividere e gestire applicazioni in multitasking con ancora più completezza e "semplicità" (diciamo che per imparare tutto ci perderete diversi giorni), ma sono raddoppiati i punti di pressione. Note Edge ne riconosce infatti 2048 contro i 1024 del Note 3; inoltre anche con la S Pen è stata attivata la vibrazione che permette di capire meglio quando stiamo appoggiando la punta sullo schermo.

In generale dunque la reattività è stata aumentata molto con una latenza praticamente nulla e una precisione estrema; il tutto condito da software per scrittura e disegno ricchissimi di opzioni, penne e strumenti.

Batteria, Audio, Ricezione e Sensori:


Note Edge riesce ad avere un'autonomia molto buona ma inferiore a Note 4 e in linea con Note 3. Il nuovo processore Snapdragon 805 unito all'ottimizzazione dell'interfaccia Touch Wiz sembrano lavorare bene con risultati interessanti ma non superlativi. Nella giornata stress siamo riusciti ad arrivare a cena nonostante un "secondo" display che ha un consumo comunque maggiore di Note 4 e una batteria da 3000mAh contro i 3220 del Note 4.

A queste considerazioni comunque si aggiungono poi le opzioni software che permettono di limitare ulteriormente i consumi.

Parliamo ovviamente dell'Ultra risparmio energetico e della possibilità di utilizzare tutta l'interfaccia in scala di grigi al fine di limitare il consumo del display.

Un'altra caratteristica importante che si aggiunge al Note 4 rispetto al suo predecessore, riguarda la ricarica rapida. Attivando l'opzione nelle impostazioni, sarà possibile ricaricare il Note Edge del 50% in circa 30 minuti di tempo. Si tratta di una funzionalità davvero interessante che, unita alla durata cosi ampia, rende davvero difficile rimanere senza batteria durante una giornata di lavoro.

Se l'autonomia è un valore aggiunto, difficile non elogiare anche la parte audio. Purtroppo Samsung ha scelto di posizionare lo speaker nella parte posteriore del device. Una soluzione che potrebbe non convincere tutti ma che vede nell'ottima potenza audio e nel volume alto e senza distorsioni il valore aggiunto che elimina gli iniziali dubbi.

Anche in capsula non si hanno problemi e la chiamata è udibile, chiara e di ottima qualità. Eccellente poi anche la ricezione che trova una gestione della rete completa, la possibilità di sfruttare separatamente o congiuntamente Wi-Fi e Dati per migliorare la velocità di download e altro ancora. Wi-Fi Dual Band con un buon raggio d'azione (in linea con S5), GPS istantaneo e bluetooth di ultima generazione.

Citiamo in questa sezione anche i sensori.

Note Edge offre un lettore di impronte digitali preciso nel riconoscimento anche se rimane il clip + swype da effettuare per sbloccare il device. Purtroppo questa scelta a lungo andare diventa scomoda e il lettore di impronte lo si elimina dalle opzioni di sblocco mentre diventa ottimo in altri reparti e applicazioni (sicurezza e non solo). Il sensore del battito offre altre due opzioni: misurazione del livello di ossigeno nel sangue e rilevamento dei raggi UV con indicazione se dannosi o meno. In realtà non è proprio il sensore che monitora il battito a fare queste misurazioni ma il posizionamento è accanto e dunque è sempre la stessa parte che permette di rilevare questi ulteriori dati sfruttando anche il flash.

Software:


Samsung continua ad inserire funzionalità, sensori e ad ampliare le feature multitasking. Se da un lato per l'utente avanzato qualsiasi cosa in più è un benefit, dall'altro Note Edge (ancora più di Note 4) è indubbiamente lo "smartphone" più complesso disponibile sul mercato. Chi lo comprerà potrebbe non trovare mai o utilizzare determinate funzionalità ma, a differenza di altri device del produttore Coreano, la fluidità e reattività del sistema sarà sempre garantita. Inoltre i software proprietari sono limitati e inseriti in una speciale sezione del Samsung Apps dove sarà possibile scaricarli solo in un secondo momento. Una scelta che ha senso e che limita la presenza di app inutili nel menu ma che comunque potrebbe non essere immediata per l'utente meno esperto che non trova più magari app familiari su precedenti Samsung.

Fatta questa premessa iniziamo a parlare del multitasking.


Ad oggi non esiste smartphone al mondo in grado di eguagliare le doti di produttività del Note Edge/4. Le ulteriori implementazioni effettuare a volte rendono quasi troppo piccolo il display dello smartphone e in più occasioni abbiamo quasi desiderato un centimetro in più di superficie per poter interagire con ancora più app o in modo ancora migliore. Imparare tutti i trucchi, segreti e possibilità di ridimensionamento della UI sarà una vera e propria scoperta in quanto, quando pensate di averle viste tutte, ecco che ne salta fuori una nuova. Di fatto praticamente tutte le app principali possono essere ridimensionate (e nel Play Store moltissime sono compatibili con il Multi Windows Samsung) attraverso vari modi:

  • È possibile effettuare uno swype dall'angolo in alto e modificare la grandezza della finestra
  • È possibile affiancare due applicazioni tramite l'utilizzo del menu laterale che appare con uno swype o pressione prolungata del tasto back
  • È possibile sfruttare il nuovo multitasking per attivare il tasto multi view su una singola app
  • È possibile premete il "pallino" per attivare la funzione di ridimensionamento ad icona
  • È possibile utilizzare la S Pen per accedere ad un menu ulteriore di gestione delle app aperte

A queste si aggiunge la parte del display laterale che sebbene non strettamente collegata al multitasking permette di:

  • Avere applicazioni sempre a portata di tap
  • avere cartelle accessibili
  • sfruttare applicazioni adattate a questa sezione

A questo si aggiunge la riduzione dei video durante la riproduzione, ulteriori funzionalità nelle singole app, la modalità ad una mano e una serie di gesture attivabili dal menu delle impostazioni. Solo per ricordarvele tutte passerà parecchio tempo e magari alla fine ne userete solo un paio tra le più comode in base alle vostre abitudini.

Se da un lato questa sovrabbondanza spaventa, dall'altro la rinnovata Touch Wiz è effettivamente più leggera e forse anche grazie al processore Snapdragon 805 abbiamo una reattività ottima. Tutto infatti si muove senza nessun problema e nel video potete apprezzare come, da appena avviato, Note Edge risulti sempre molto reattivo, fluido e pronto anche con apertura continua di programmi. Nulla da eccepire dunque per quanto riguarda la piacevolezza di utilizzo e anche la navigazione web non ha problemi. Il browser installato è quello personalizzato da Samsung al quale è possibile affiancare anche Chrome ottimizzato per Samsung.

La navigazione è davvero convincente con spostamenti rapidi sempre fluidi, zoom immediato e morbidezza generale perfetta. La risoluzione QHD inoltre permette di leggere tutte le scritte, anche le più minute, senza alcun problema evitando dunque inutili zoom. Tanta poi le opzioni del browser che si sposano perfettamente con il multitasking e tutta la suite S Pen che permette di gestire il copia e incolla in modo estremamente produttivo con più porzioni di una stessa pagina selezionabili e incollabili una una sola operazione.

Interazione con S Pen:

Tutto quello che di buono ha Note 4 in relazione alla Stylus esterna è stato ripreso da Samsung su Edge. Non solo il pannello Wacom riconosce 2048 punti di pressione, ma abbiamo anche più strumenti a disposizione con una gestione anche più intuitiva e facile. Alle già note funzionalità di scrittura, disegno e multitasking descritte sopra, si aggiungono le nuove opzioni di selezione e ritaglio. Rispetto a prima adesso è infatti possibile memorizzare e salvare i nostri ritagli o selezioni all'interno di un "cassettino" che permette di effettuare più operazione contemporaneamente e poi incollare i vari pezzi singolarmente o tutti insieme in tanti programmi come Mail, Note, Messaggi e altro ancora.

Le funzionalità Air Command rimangono tutte ma in più si aggiunge anche il riconoscimento del testo all'interno dei ritagli effettuati. In pratica se selezioneremo un'aerea con link, numeri di telefoni, indirizzi o appuntamenti, il sistema permetterà di inserire quei dati in formato testuale ovunque vogliamo, interpretando quindi l'immagine in modo intelligente.

In tutto questo Edge però migliora ancora perchè il pannello laterale si adatta al contenuto e all'applicazione permettendo di "metter fuori" alcuni strumenti utili. Per esempio nella parte note avremo delle opzioni a lato; nella fotocamera il tasto scatto sarà nello schermo curvo e molti altri programmi seguono la medesima logica.

Funzionalità molto utili per la produttività quotidiana e come sempre dedicate ad un pubblico particolarmente esigente e che vuole sempre tutto a portata di mano.

Fotocamera e Multimedia:


Note Edge utilizza la stessa camera del Note 4 e qui non abbiamo differenze qualitative. Sono 16 i megapixel come Galaxy S5, ma troviamo anche l'implementazione dello stabilizzatore di immagine ottico (OIS). Un valore aggiunto interessante che permette di avere immagini più stabilizzate e video migliori (ci arriveremo a breve).

Partendo dalla fotocamera, l'interfaccia software è praticamente la stessa del Note 4 con tantissime opzioni, modalità di scatto anche scaricabili dal Samsung Apps e tante impostazioni presenti. Non manca il processore dedicato alla messa a fuoco che risulta praticamente istantanea e la possibilità di effettuare video in 4K, slow motion a 720p e foto sfruttando entrambe le fotocamere contemporaneamente.

La qualità degli scatti è davvero molto alta e anche i colori sono belli e il punta e scatta molto facile e praticamente sempre a fuoco e immediato. In più le impostazioni e opzioni sono spostate sullo schermo laterale e dunque non risultano sovrapposte alla schermata principale.

Per quanto riguarda i video abbiamo audio ottimo, stabilizzazione migliorata rispetto all'inizio su Note 4 e una risoluzione ottima:

Notevole invece il reparto multimediale. Nonostante la galleria Samsung non sia mai stata veloce, su Note Edge anche alla prima apertura è fulminea con un'interazione perfetta e tante opzioni per la gestione automatica dei tag delle foto e suddivisione. Non ci sembra presente il difetto del Note 4 che vede un rallentamento tra fotocamera e passaggio a galleria dopo alcuni giorni di utilizzo. Ottima anche la riproduzione dei video che permette di mostrare qualunque filmato a praticamente tutte le risoluzioni, 4K compreso.

Nulla da dire anche per il reparto gaming che sfrutta la potenza della nuova GPU Adreno 42. Sicuramente non avrete problemi con titoli di ultima generazione per molto tempo.

Conclusioni:

Il Note Edge non sarà ricordato per essere lo smartphone più venduto di tutti i tempo ma Samsung è ad oggi l'unico produttore che riesce ad integrare una nuova tecnologia sviluppandoci intorno un ecosistema software adatto e in grado di sfruttarne le potenzialità. Edge è un prodotto costoso, grande, difficile da tenere in mano e particolare ma è proprio la sua unicità che lo rendono veramente esclusivo. Cura in ogni particolare, accessori e custodie dedicare e un micro ecosistema proprietario per il pannello curvo rendono Galaxy Note Edge la scelta perfetta per gli entusiasti della tecnologia mobile che vogliono quanto di più avanzato il mercato possa offrire.

Voto: 9.1

Samsung Galaxy Note edge è disponibile online da Onlinestore a 609 euro. Per vedere le altre 5 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 08 maggio 2019, ore 18:55)

723

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
granata98

Salve, dopo aver cambiato praticamente tutti gli smartphone esistenti (ultimi top di gamma compresi) ed allettato da un'offerta di una nota catena di negozi , ho deciso di prendere questo bellissimo smartphone dopo aver posseduto gia' 3 Note 4 flat.Purtroppo, la tastiera del device ha presentato sin da subito gravi malfunzionamenti tanto da compromettere l'esperienza d'uso per una persona, come il sottoscritto, che fa dell'estrema velocita' nella digitalizzazione una delle proprie peculiarita'.Spesso la tastiera si impunta e alla pressione della lettera non corrisponde ne il popup della lettera,carattere, simbolo,spazio selezionato ne la riproduzione a display del medesimo.L'anomalia risulta , quindi , quanto mai fastidiosa pur presentandosi mediamente 1/2 volte su 50 caratteri digiatti.Faccio presente che il device e' brand Vodafone ed ho provveduto alla sostituzione in DOA del terminale .Purtroppo anche il secondo e' afflitto dalle medesime anomalie.Ora, tralasciando l'ipotesi di una partita difettosa, ritengo si tratti di un problema software e non hardware in quanto il touch, ad esempio, risponde correttamente alle sollecitazioni sia con altre app che entrando nel menu segreto.Sono disperato, che fare?Grazie

Liò...Gab

Scusate se mi intrometto...... sono utente sia della Mela che dell'Omino Verde.
La questione iOS/Android si risolve con una semplice battuta: con l'iPhone comanda il telefono, con Android comanda l'utente.
Apple è ideale per chi compra un computer o uno smartphone, lo porta a casa, giusto il tempo di spacchettarlo e già lo adopera e non gl interessa (o non è capace) crearsi qualcosa su misura. Diciamo, una personalità omologata, molto omologata.
Android è per gli smanettoni, per chi è alla ricerca costante del diverso e vuole "aggiornarsi" senza necessariamente cambiare device, perché volendo, questo sistema lo consente. Diciamo, una personalità eclettica, proiettata verso il "diverso".
Lo "status symbol" contro l'anticonformismo, il "pret à porter" di grande firma contro l'abito confezionato su misura da un abile sarto.
Tra l'altro, a mio avviso, dire che solo Apple consente una comunicazione semplice ed immediata nel proprio ecosistema è una sciocchezza: Android comunica altrettanto facilmente (in certi casi anche meglio!) con qualsiasi dispositivo ed abbatte molti limiti che invece Apple spesso impone. E' solo una questione di elasticità di vedute che l'utente iPhone non riesce ad avere per il semplice motivo che viene educato all'esatto contrario.
E per quanto riguarda i prezzi..... i costi di Apple sono composti per lo più da pubblicità e da tutto l'apparato commerciale esclusivo che si sono voluti dare, mentre quelli degli utilizzatori di Android sono più rivolti alla ricerca e all'evoluzione del SO. Il costo dei materiali (sono stati fatti diversi studi in merito) sostanzialmente si equivalgono, anzi forse i produttori orientali iniziano a stare mezzo passo avanti in termini di qualità ed evoluzione rispetto alla concorrenza di Cupertino. In merito poi alla svalutazione, il mito Apple è finito da un bel po' proprio per quella eccessiva ricercatezza che hanno sempre imposto. I modelli sorpassati della Mela ormai si reperiscono a prezzi stracciatissimi.
Come ha giustamente detto Scapea, un device (come pure un pc, un portatile, un tablet, un TV) va valutato innanzitutto per le sue specifiche tecniche e le prestazioni proprietarie ma anche per la produttività che riesce a dare, che ovviamente se personalizzabile, riuscirà ad essere di gran lunga maggiore.
Leggevo su altri siti che mai come in questo momento, Apple è la solita scatola con un involucro molto attraente, ma il suo contenuto diventa sempre più mediocre e soprattutto obsoleto. Probabilmente iniziano a risentire della mancanza del talento e della creatività di Steve Jobs.

Antonino Parisi

La batteria è da 3000 e non 3200. Inoltre il display è da 5.6 pollici e non 5.7

club

però ha ragione...

michelangelo dini

L ho comprato settimana scorsa dopo giorni e giorni di indecisone tra l edge e il note 4, l edge per me fa tutta la differenza del mondo, avere le app piu usate a portata di mano in qualsiasi app col minimo sforzo è una di quelle cose che sembrano inutili quando non ce l hai ma non riesci piu a farne a meno quando ce l hai, si ok ci sono funzionalità che fanno piu o meno la stessa cosa, ma con l edge è proprio ben integrato nel sistema, viene spontaneo... consiglio inoltre la cover flip wallet samsung perchè puoi rispondere alle chiamate senza aprire la cover, semplicemente con uno swipe sull edge...in quanto a praticità (dimensioni e grip) non mi da alcun problema, sarà che ho le mani abbastanza grandi ma pensavo fosse più arduo da maneggiare..

Matteo80

Secondo me per uno che punta alla funzionabilità più che all'estetica ed è un fan dei note allora è meglio il note 4... Se poi uno cerca più l'estetica allora è meglio il note erge. Il '' secondo schermo secondo me non è proprio inutile, però nell'uso quotidiano diventa molto scomodo, però i gusti sono gusti

Lucaaa

E lora.. fuori dai co#lioni

assogames

Il solito italioto. Sempre più disgustato di questo paese

Sim-1

Bellissimo ma non sono ancora convinto di voler passare dal Note 4 a questo.

fire_RS

discorso che vale per 99,99999999% degli smartphone moderni..poi c´e´ quel 0,1% che e il fattore c...o (ho visto iphone 4 fare voli assurdi e nemmno un graffio)

Scapea

Ecco l'Applefan. Non scegli Android per risparmiare ma per differenziarti. Abbiamo tutti esigenze diverse ma se parli che chi si compra Apple è perché se lo può permettere..... Non sei degno nemmeno di risposta. Con iOs puoi fare meno cose, le fai bene ma a modo di Apple. Io, sinceramente, che voglio fare le cose come desidero io preferisco Android.

Fabyo

No, c'è uno sperimentare con un po' di senno e uno sperimentare che sono tempo e soldi buttati nel cesso (in questo caso tentativi di rubare soldi alla gente).

Altrimenti si può sperimentare qualsiasi cosa, ma non si avanza più perché sperimentare tutto ha più o meno la stessa efficacia di sperimentare il nulla!

Sono più che favorevole a tutte le novità, anzi per me ce ne sono veramente troppo poche e ormai quasi tutti i telefoni sono uguali a sé stessi! Ma ciò non vuol dire che qualsiasi caxxata proposta sia meritevole della benché minima attenzione

Shmooze

ma per piacere, apple ha i suoi limiti, ma il parco software è un altro livello, Iphone ha i suoi limiti di chiusura, itunes rompiscatole, ecc, ma quando siamo al parco software è un altro livello, infatti questo terminale come tutti quelli che costano come un ios non hanno senso, chi vuole il miglior smartphone compra un ios. Android va benissimo quando vuoi risparmiare, perchè apple chiede uno sproposito.

Lucaaa

Ovvio..

Lol

extremelover

No. Io lo reputo un inutile esercizio di stile. Quello che puoi farci non è nulla che non riusciresti a fare con la medesima barra laterale su un display tradizionale, visto anche l'eccellente angolo di visuale degli ottimi display.
A me poi il design asimmetrico proprio non piace. Preferisco il Note 4.

Luca

Appunto ..... sei un primate oggetto di sperimentazione, una scimmia da laboratorio.

matteo

sei troppo spassoso! ^^ sono persone come te che rendono il commentare su questo blog un esperimento sociale :)

Luca

Veramente io e te siamo lontanissimi, se mi vedi vicino a te è perché ti sto illudendo che tu sia qualcosa di più di un primate.

qwertyup88

conosco bene nova , già testato... non mi piace e consuma troppa batteria per i miei gusti ;)

Zero

prova nova e la grigla decidi tu di quanto farla

Zero

quindi tu quando trovi parole nuove pensi oh ma questi saranno nerd brufolosi che verginelli che non hanno mai visto una fig@ e mai la vedranno, tsk son più figo io che spacco figh€ a destra e a manca in disco

guarda ti svelo un segreto, si può essere appassionati di tecnologia e avere una vita sessuale attiva

matteo

è bellissimo vedere come sia più forte di te...il dover dimostrare la vicinanza dell'uomo alla scimmia :) (è un piacere trollarti)

Luca

almeno suscito ilarità, tu pena.

matteo

eheheh la pochezza del tuo essere è davvero ilare

Luca

cmq lavori e stai qui a fare lo studentello???
sarai il classico scansafatiche scaldasedia che ruba lo stipendio.

Luca

hahaha meglio che non ti risponda .... potrebbe non piacerti.

matteo

mi dispiace ma per fortuna lavoro :) dai su smettila di offendere e sfogati come fanno tutti gli adolescenti della tua età...chiuditi in cameretta e cerca fra le gambe (sempre che ci sia..)

Luca

se lo conosci (dragon ball) mi sa che l'hai visto e lo vedi pure tu...... sarai quindi il classico adulto peter pan che vive ancora con la testa nelle nuvole, ma va a farti una vita, perdente.

matteo

che educazione....rimango basito dalla bassezza della persona...certo che sono tutti fortissimi nella loro cameretta mentre guardano dragon ball a sputare insulti sul web...

Luca

Se sei limitato non puoi capire quel che sto dicendo. Sei un robottino che fa quel che gli dice il suo padrone. Vai vai.

Luca

Appunto, allora vai a rompere dove si parla di apple, qui si parla di android, trol10ne del c...o.

Luca

Non è che tu sia migliore .... anzi .... frigni perchè io frigno. Ho appena scoperto uno peggiore di quell'altro. Avanti un altro c'è posto per tutte queste inutilità.

lordchaotic

ma mi spieghi che problema c'è se uno dice che la tw non gli piace??? e perché tirar sempre fuori iphone???

lordchaotic

qui mi sa che quello a livello zero sei tu. continui a frignare perché non la si pensa come te.

lordchaotic

a me sembri limitato tu, visto che non accetti che qualcuno possa preferire un prodotto non android

lordchaotic

sciocchezza. io ho sempre avuto terminali android, e la cosa che non mi piaceva proprio è tutta sta solfa della personalizzazione....perchè dovrei comprare un prodotto e poi cambiare la rom... non lo compro direttamente e faccio prima. discorso un po' stupido il tuo, visto che ognuno con i propri soldi fa ciò che vuole

SaiMoN

Se la mia risposta è saccente figuriamoci la tua! Non ti piace la tw? Puoi usarne altri. E te lo dice uno che fa esattamente così.. Ma non tanto perché l'interfaccia non mi piace e a mio avviso è lenta, ma nova mi da un sacco di cose in più andando addirittura più veloce. Il telefono non cambia ed è sempre quello. E mentre qui puoi scegliere, iPhone te lo tieni così com'è! Il senso era semplicemente questo.

Sagitt

Io ho avuto entrambi, sia smartphone che tablet, mi piace provare anche se simpatizzo la mela, io voglio prodotti diversi che comunicano tra loro, che li accendo e vanno, che posso aggiornare senza dovermi cercare strane procedure di sblocco e rom modificate. Ho una vita ed un lavoro, e mi piace avere cose che funzionano senza doverci spendere troppo tempo. Android è bello perché personalizzabile ma per gente precisa e maniacale sulle configurazioni come me é ingestibile. Chi compra iOS non é che si accontenta, semplicemente ha un modo di vedere i dispositivi diverso, e vede Android allo stesso modo di come voi vedete iOS, per chi si accontenta. In ogni caso tra un root/sblocco bootloader/cambio rom ed un jailbreak cambia nulla ed é anche meno rischioso e permette di personalizzare a pari modo se non di più avendo anche i vantaggi che iOS porta. Comunque consiglio di provare iOS 8 che di integrazioni ne ha diverse e ben funzionanti.

Ti scrivo dal mio bel Air 2 dopo aver venduto il tablet Android, che parla la stessa lingua del mio iPhone 5, iMac e MacBook Pro.

L'unico svantaggio dei dispositivi iOS é il prezzo, ma é anche vero che hanno una svalutazione irrisoria rispetto la concorrenza lo giustifica.

Luca

quanto sei povero.

Luca

hahah che bello vedere che non riusciresti a capire il mio sarcasmo nemmeno dopo avertelo detto chiaramente.

matteo

ma cosa c'entra una macchina con un telefono? il paragone è un po' troppo forzato

Lucaaa

Nessun voto sarà mai oggettivo, di blog ce ne sono tanti, puoi sempre andarti a vedere la recensione di uno a cui fa schifo il display curvo

P.s. la mia non é una critica ma una precisazione, ovvero preciso che ti sto criticando! ;)

Lucaaa

Sarà che forse a me piace la patata e non sono un nerd, ma, che significherebbe troll??

Troll flame lol asd rolfmao.. ma come c@zzo scrivete???

Lucaaa

Ma perché se compri un'auto non la personalizzi come vuoi? Non metti gli oggetti dove vuoi e non ci metti i cerchi che vuoi?

Con un iphone scegli il colore e il resto te lo dice apple.. con un android scegli il colore e poi scegli tutto il resto!

Il massimo della libertá che hai in apple é quello di spostare le icone e creare cartelle.......

Ah si.. da qualche anno si puó cambiare lo sfondo.. eheheh

matteo

hahah che bello vedere che non hai nemmeno capito la mia risposta :) vabbeh dai continua così che sicuramente confermi quello che in molti pensano di te...

dai torna a giocare in cameretta con le macchinine

matteo

l'unica cosa che a me non interessa è la personalizzazione :)

matteo

ecco bravo adesso vai pure nella tua cameretta e, quando non ti vedono i tuoi, dai sfogo alla tua adolescenza.

qwertyup88

Da possessore di Note 4 ti do ragione per quanto riguarda la touchwiz...

Anche se non ci sono lag (tranne il passaggio tra camera e galleria) l'interfaccia non è per niente ottimizzata per questo schermo...
Adotta una griglia 4X4 , modalità solo portrait e DPI ancora troppo elevato (640 se non erro).
Il terminale è fantastico per il resto , con un ottimo design ed ottime feature dell' S-Pen.
Parlando di android ti posso solo dire che è una questione di "gusti e necessità". Nel mio caso microSD, USB OTG, batteria rimovibile, NFC e connettore micro USB universale sono fondamentali.

Luca

Si l'ho scritta per farti contento e farti dormire sono tranquilli

Luca

Almeno sai di non valere nulla

Huawei P30 vs Galaxy S10e vs iPhone XR: "tree is megl che uan" | Confronto foto

Samsung Galaxy Fold rimandato: il perché spiegato da chi lo ha provato | VIDEO

Samsung Galaxy A10, A20e, A40 e A50 ufficiali in Italia: si parte da 159 euro

Samsung Galaxy A70 e A80 ufficiali: 6,7”, e c’è anche la cam rotante | VIDEO