Recensione Samsung Galaxy Tab S4: uno schermo a regola d'arte | Parte 1

17 Settembre 2018 471

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Questa recensione a Samsung Galaxy Tab S4 sarà divisa in due parti. State leggendo la prima, quella dedicata allo schermo e alla penna S-Pen. Nella prossima, a giorni, vedremo se sarà in grado di sostituire un portatile per quella tipologia di utente che non ha bisogno del montaggio video ma vuol continuare a creare contenuti in mobilità, con il minor peso e la maggior raffinatezza estetica possibili. Tab S4, con tastiera BookCover abbinata, si mette sulle tracce di iPad Pro. Lo fa con una qualità costruttiva impeccabile (porte allineate comprese) e una cura al dettaglio complementare alla flessibilità software assente nella generazione precedente. È un vero top di gamma che cercherò di valutare in base a quel che permette di fare, in una visione d'insieme anziché pezzo per pezzo. Cosa significa avere uno schermo AMOLED? Perché la S-Pen è stata riprogettata? Prendere note su Android è affidabile quanto su Windows? Serviranno parecchie parole per mettere ordine. Consiglio di guardare la videorecensione in alto prima di proseguire con il testo.

Specifiche tecniche Samsung Galaxy Tab S4

  • Display: WQXGA sAMOLED 2560x1600 da 10,5”, densità di 287ppi
  • SoC Qualcomm Snapdragon 835 octa-core (Kryo Gold 2,35 GHz + Kryo Silver 1,9 GHz)
  • Memoria: 4 + 64 GB / 4+256 GB, 4x4 MIMO (espandibile fino a 400 GB)
  • USB 3.1 Type-C, POGO Pin
  • Connettività 4G LTE Cat. 16, WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, MIMO, WiFi Direct, Bluetooth 5.0, GPS + GLONASS, Galileo, Beidou
  • Dimensioni: 249,3x164,3x7,1 mm per 482 grammi (solo WiFi), 483 grammi (LTE)
  • Batteria da 7300 mAh con supporto alla ricarica veloce
  • Sistema operativo Android 8.1 Oreo
  • S Pen inclusa (9 etti) / 4 speaker AKG con Dolby Atmos
La camera frontale di Galaxy Tab S4, con attorno i sensori per il riconoscimento dell'iride.

Samsung Galaxy Tab S4 usa un pannello AMOLED da 10.5 pollici con rapporto di 16:10. Rispetto a Tab S3, e rispetto ad iPad Pro, c'è più differenza tra il lato lungo e il lato corto dello schermo. Il display ha una forma più allungata, più vicina alle proporzioni degli smartphone di ultima generazione. Inoltre, quest'anno, non c'è il tasto HOME sulla cornice; il pannello è centrato sul telaio, con lati equidistanti dal bordo. Galaxy Tab S4 dà più l'idea di uno schermo separato dal resto, della parte di un duo, qualcosa da completare. Proporzioni simili sembrano perfette per affiancare due finestre o per spartire lo schermo tra più apps, ma della modalità Dex e della tastiera BookCover parleremo nella seconda parte della recensione.

La linea Galaxy Tab S ha sempre avuto degli schermi appariscenti, saturi, con una capacità di illuminazione superiore alla media seppur a svantaggio della fedeltà cromatica. Tab S4 continua ad essere sgargiante in questo aspetto, ma aggiunge equilibrio e dà flessibilità all'utente. Le regolazioni di fabbrica prevedono la "Modalità Adattiva". Con questa, sRGB arriva al 141.5%, AdobeRGB al 94.4% e DCI-P3 al 97%. Sono valori importanti per un dispositivo che vuol essere la postazione di lavoro in mobilità di un grafico, di un illustratore, di un fotografo. Tuttavia questa modalità esalta di volta in volta il contenuto sullo schermo ed ha DeltaE sui grigi e sui colori poco fedeli (sopra 4.4 quando dovrebbero restare sotto i 3). Non è un problema per l'utente comune (anche se si ha sempre la sensazione di una visualizzazione pompata) mentre al professionista serve altro.

Modalità adattiva

E qui torno sul discorso della flessibilità. Dal pannello di Android si passa alla modalità "Foto AMOLED" e alla "Cinema AMOLED", rispettivamente tarate per lavorare con le immagini o per guardare i filmati. La percentuale di spazi colore coperti da queste profilazioni sono minori della "Modalità Adattiva" vista sopra, ma i loro DeltaE vanno da 2 a 3 (ottimo!) e la gamma media è più vicina ai 2.2 standard. In breve, mostrano sullo schermo contenuti più vicini alla realtà voluta da chi li ha creati. La modalità foto, soprattutto, permette un'accuratezza superiore a quella di molti portatili Windows.



Consiglio di lasciare la "Modalità Adattiva" e valutare, di volta il volta, se è il caso di passare a foto o cinema durante questi contenuti. È anche una questione di preferenza personale. Gli smartphone di ultima generazione, a maggior ragione quelli con display OLED, hanno modificato la percezione di "naturalezza" dell'utente medio.

Sui dispositivi mobile più piccoli, molti preferiscono un impatto vistoso ad un impatto sobrio - soprattutto quando si guardano le foto appena scattate, magari con luminosità al massimo e una nitidezza impossibile da riprodurre su display più grandi dovuta alla densità di pixel. Ma mi piace pensare che un tablet di fascia alta come Galaxy Tab S4 abbia utenti meno tolleranti, pignoli della fedeltà cromatica, anche perché l'illustrazione alla quale stanno lavorando deve essere poi valutata sui monitor calibrati dello studio grafico o, ancora peggio, stampata. Si può dire lo stesso per le foto, magari quelle appena scattate dalla reflex ad una conferenza o un matrimonio.

Modalità Foto AMOLED

Modalità Cinema AMOLED

Senza HDR attivo, la luminosità massima di Tab S4 è di circa 400 nits (a volte sopra, a volte sotto) quindi basta a coprire il lavoro in esterna, vicino al finestrino di un treno o alla vetrata di un coworking. I neri sono profondi al punto da fondersi con il bordo nero della cornice, per un contrasto tendente all'infinito tipico dei pannelli OLED. Consiglio di guardare la prima metà della video recensione per una dimostrazione pratica di cosa può significare. Una "banale" scansione di un'immagine scura (anziché il nero assoluto di un'illustrazione o di un film HDR) sfuma verso i bordi del tablet senza stacchi con il vetro della cornice.

Non sono riuscito a misurare il picco di luminosità in modalità HDR ma è un dettaglio che non cambia la resa. Galaxy Tab S4 è certificato per Netflix in HDR ed attiva questa gamma dinamica anche nei file HDR locali riprodotti con l'app di riproduzione pre-installata. A differenza di Galaxy Tab S3, il software è più maturo. Anche Amazon Prime Video attiva lo streaming in HDR. E non credo serva sottolineare quanto sia spettacolare Asphalt 9 giocato in HDR con luminosità e dettagli al massimo.

Asphalt 9 in modalità HDR con dettagli grafici al massimo.

Nei giochi si sfrutta anche l'impianto audio a quattro altoparlanti. Galaxy Tab S4 è "Tuned by AKG" e "Surround with Dolby Atmos" per una resa sonora di qualità superiore alla maggior parte dei tablet, dei notebook e di tutti gli smartphone. Credo che un volume più alto e un'impronta più corposa si possa avere solo sui laptop con quattro casse, dai Macbook Pro di ultima generazione ai modelli da gaming con woofer sul fondo. Gli altoparlanti coprono una stanza di 25 m² senza fatica, e fanno vibrare il telaio anche quando il volume non è al massimo. Ma hanno meno bassi di un iPad Pro e, in modalità Dolby Atmos, tendono ad impastare il timbro; perdono pulizia a vantaggio di una spazialità adatta solo a certi film. Consiglio di disattivare il Dolby Atmos nell'uso di tutti i giorni, per quanto dia l'impressione di un volume maggiore; alla lunga si scopre che non è sempre così, e che si rischia di rovinare l'equalizzazione pensata dal fonico per un determinato video o brano musicale.

Restano, comunque, dettagli. Galaxy Tab S4 ha un impianto audio adatto al multimediale, capace di migliorare l'esperienza con i giochi e, ripeto, difficile da trovare su altri prodotti rivali. Supporta il Bluetooth 5.0 quindi può inviare il segnale audio a due destinazioni differenti, come ad esempio due cuffie wireless. Non sarà mai in discussione usarlo con piacere.

Due dei quattro altoparlanti di Galaxy Tab S4. I restanti sono sul lato opposto.

Vanto ed esclusiva dei Galaxy Tab è la suite S-Pen, intesa come integrazione tra hardware (il digitalizzatore Wacom EMR e la stylus dedicata) e software (le applicazioni Samsung condivise con i Galaxy Note e quelle Android di terze parti). Tab S4 usa una stylus elettromagnetica, senza pila, per forma e dimensioni molto simile ad una penna tradizionale. È leggera quanto una matita (9 grammi) ed è bilanciata al punto da restare in equilibrio sul mio supporto in plastica. Samsung ha cambiato solo il telaio, non l'interno. Resta un pulsante dedicato (funzionalità gomma pre-impostata, ma soltanto con le sue apps) e restano le punte sostituibili. Ci sono cinque ricambi in confezione: un colore più chiaro indica una punta più morbida.

La nuova S-Pen è più elegante del modello, comunque cicciotto, abbinato a Tab S3. Il suo pulsante è adesso più vicino al centro del corpo e la finitura è tutta liscia e lucida, non porosa. Davvero, sembra una penna ad inchiostro. Peccato che non si possa agganciare in alcun modo al tablet senza ricorrere al lembo della tastiera cover; per fortuna non rotola via grazie ad una tacca in metallo anti-scivolamento. Non ho avuto problemi di impugnatura, anche prolungata, con questo nuovo telaio cilindrico, ma è un modo diverso di fare le cose. Chi preferisce gli angoli di una matita, o, comunque, una presa più simile a quell'approccio lì, può usare stylus Wacom alternative come la Staedtler Noris Digital.

La nuova S-Pen ha un aspetto più elegante rispetto al passato.

Il digitalizzatore Wacom è un 4096 livelli di pressione, preciso fino ai bordi del telaio (uno dei vincoli di questa tecnologia fino a qualche anno fa), piacevole al pari delle implementazioni su macchine Windows. Quel che realmente cambia è il software. Da un lato, abbiamo la suite S-Pen ed i suoi contenuti sincronizzati con l'account Samsung, sufficiente per prendere note, e fantastica nella gestione del sistema operativo con tutte le funzionalità aggiuntive di cui è capace (dal traduttore all'ingrandisci schermo, passando per la "Selezione intelligente" e la scrittura su schermo). La reattività del tratto su Samsung Note, per dire, è migliore di quella di OneNote. E la comodità di "Always On Memo" seconda solo ad un vero blocco appunti tenuto sulla scrivania. Lo spiego bene nella videorecensione.

Ma, dall'altro lato, abbiamo una serie di imprecisioni poco adatte all'uso professionale. lo stesso Samsung Note non riconosce sempre il palmo appoggiato; Sketchbook Pro e MediBang Paint fanno il loro ma hanno bisogno di un po' di personalizzazione (il tasto sulla penna, per dire, non funziona) e, comunque, mostrano una S-Pen meno precisa del solito. OneNote su Android è un'alternativa credibile alla versione originale, ma ha un tratto meno piacevole e meno "fluido" di un Surface Pro, un Matebook E, un Galaxy Book - anche a parità di digitalizzatore. Spesso, rincorre.

Microsoft One Note su Samsung Galaxy Tab S4.

Non è male, intendiamoci. E credo che riesca a soddisfare la tipologia di utente interessata ad un tablet con potenziale da 2-in-1 come questo: se si tratta di prendere appunti, correggere PDF, annotare al volo, sottolineare ed evidenziare schermate prese da Internet, passaggi di un libro - in breve comportarsi come su Galaxy Note ma con il vantaggio dello schermo più grande - è un'esperienza potente e concreta.

Il dubbio viene quando si confronta l'assistenza artistica di cui è capace con quella di un iPad Pro + Apple Pencil. Sono dell'idea che manchino dei software su Android, che il tutto sia poco coerente, pronto a cambiare da un giorno all'altro. Nel video cito la mancanza di un'alternativa ad Affinity Designer, ClipStudio e AstroPad (programmi disponibili anche per desktop), ma si può aggiungere che la diversa tipologia di stylus e di vetro rende questo Tab S4 più scivoloso per lavori di precisione, con meno possibilità di regolare l'attrito alle esigenze del contenuto che stiamo creando. In altre parole, vedo Galaxy Tab S4 come una soluzione per scrivere anziché per disegnare.

Considerazioni finali

Nella seconda parte della recensione parleremo della modalità Dex e dell'uso a mo' di computer portatile di Galaxy Tab S4. Il tablet ha aggiunto parecchia raffinatezza al modello dello scorso anno, ed ha cambiato aspetto allo schermo per assecondare meglio le esigenze di chi deve produrre contenuti su un sistema operativo mobile. La sua nuova interfaccia desktop fa affiancare più applicazioni, aggiunge l'input della penna a quello del touch e del cursore, e promette di sfruttare le prestazioni del SoC Qualcomm unite alla comodità di una connessione LTE integrata. Ci sono le basi per fare di Galaxy Tab S4 un ultraportatile da sette etti e nove ore di autonomia (ho già iniziato a monitorare questo aspetto), con uno schermo che non si può trovare nella categoria laptop e una delle migliori qualità costruttive tra i dispositivi in commercio. Restano da capire i dettagli, l'esperienza reale e le pretese di adattamento che vorrà imporre, ma su questo torneremo presto.

Nell'attesa, consiglio di tenere d'occhio le offerte online e le promozioni di Samsung. A un mese dalla distribuzione, la versione LTE del tablet è in vendita per circa 600 euro in questo momento, con 200 euro di sconto sul listino ufficiale.

Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 525 euro oppure da Amazon a 570 euro.

471

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giovanni Calice

riprendere una discussione di 2 mesi fa per dire una sciocchezza come quella che hai scritto dimostra perfettamente chi è il fanatico.

Umberto

Che stronzata. Il solito ignorante inchiappettato a sangue da Apple... :)

Umberto

E' di tutta evidenza che il fanatico sei tu, oltre a parlare di cose che non conosci.

Luca

Si si, provato. Succede una volta ogni tanto, ma quando succede è un po' fastidioso.

Riccardo P

Hai provato ad allontanare la penna, assicurarti che non intervenga il digitalizzatore wacom o altre cose del genere?

Luca

Grazie mille per la risposta. Proverò a fare un reset, anche se dubito possa risolvere il problema.
Altrimenti valuterò se farmelo sostituire da Amazon

Riccardo P

Uhm no, il mio è ok. Lo sto usando ancora adesso e l'ho usato come unico dispositivo per giorni nell'ultimo viaggio di contorno alla maratona di Budapest.

Riccardo P

su Internet ci prendiamo sempre tutti perculo (detto alla maremmana).

Luca

Ciao Riccardo, ho acquistato il Tab S4. Lo trovo un dispositivo eccezionale, ho notato però che a volte il touch non risponde come dovrebbe, non rileva alcuni tocchi. Secondo me non è un problema hardware, ma software. È come se li rilevasse come tocchi involontari e quindi li ignorasse. Ho letto che anche altre persone riscontrano lo stesso problema. Tu hai notato niente di simile?
Spero che samsung risolva con qualche aggiornamento software (il dispositivo è ancora fermo alle patch di sicurezza di giugno)

Benny

Posseggo un tab S3 e mi chiedevo visto i test di alcuni di voi, se era possibile utilizzare la S pen del Tab S4 nel Tab S3.. Grazie mille...

franky29

Ma secondo me anche con l'aumento di diagonale degli smartphone, I possibili acquirenti diminuiscono sempre di più m, secondo me è un settore di nicchia

Ikaro
Federico

Hai anche mezzo miliardo di persone che lo usano?

Giovanni Calice

Le suite MS sono presenti ovunque, in più su iOS hai anche altri applicativi che su Android non trovi...se non ricordo male anche in questa recensione ne faceva cenno.

Federico

Non scrivo proprio niente di sbagliato, sei tu che non conoscendo affatto il prodotto hai delle idee adatte a ciò che era fino a quattro anni fa, ma assolutamente inattuali.
Office365, la principale suite di produttività del mondo, conta oltre mezzo miliardo di download dal Play Store, e questo da solo dovrebbe essere sufficiente a farti comprendere quanto siano sballati i tuoi preconcetti

Giovanni Calice

Ma chi se ne frega se scrivi contro Apple o MS o Google, il tuo problema è che scrivi cose sbagliate pensando anche di essere nel giusto.

Albi Veruari

Riccardo P per caso sulla app per le note è ancora impossibile scrivere direttamente dal testo sulla foto senza dovere aprire quest'ultima per forza?

Alessio Astolfi

secondo me te sta a pija' perculo.....detto alla romana....poi fai te...

Alessio Astolfi

ahahahahahhhhahahah!!!! mitico! ahahaahhahhaha!!!!!!

Spud O' Leany

tutela massima nei confronti del lettore: non posso desiderare di meglio

Federico

Ma non è assolutamente vero e la tua affermazione dimostra quanto tu stia parlando di cose che non conosci minimamente!
Al di là del fatto che posseggo un Mate 10 Pro,e quindi le funzioni Desktop del telefono, da quasi un anno, impiego Phoenix OS (Android Desktop) sul PC da quasi due anni.
Ormai il rendering del software in landscape, adattamento iniziato fin da quando Samsung introdusse DEX, è perfetto per praticamente tutto il contenuto del Play Store, e la prima a lavorare su questo aspetto fu proprio Microsoft, prima azienda contributrice del Play Store e guida per tutta l'offerta professionale.

Mi hai veramente scocciato con queste definizioni che dai di me... io non scrivo mai contro i prodotti Apple perché non conoscendoli non mi permetto.
Tu al contrario continui a dimostrare di odiare qualcosa che non conosci neppure lontanamente.

Giovanni Calice

Ancora? Hai mancanza di apps dedicate per tablet anche su Android 7 o 8... è chiaro o no?
Che poi, davvero hai detto che iOS su iPad con apps dedicate alla produttività è un giocattolo? Ho capito male? Spero di sì dai...
Io detesto i fanatici come te che sono talmente chiusi su quei 4 dogmi che conoscono da non capire quello che uno gli scrive ripetendo come un ossesso che il problema è "Android ultima versione su hw ultima versione" quando ti sto dicendo che mancano apps per tablet e manca coerenza nell'os.
Davvero lascia perdere.

SupermanCiccio

Piccola delucidazione: per annotazioni meglio questo tablet (veramente ma veramente valido a mio modesto avviso) oppure iPad Pro?

Riccardo P

Fantastico. I miei nonni ne avevano una stampa in sala da pranzo. Ci son quasi cresciuto con quell'immagine lì.

Federico

No, sei tu che proprio dimostri di non voler comprendere.
Il problema non è nell'hardware ma nel sistema operativo, che è stato completamente rivisto rispetto a quella versione arcaica.

Davvero non comprendo come tu possa parlare di utilizzo professionale riferendoti ad un giocattolo privo di funzionalità Desktop ed integrazione con Libux... mah!

Visto che detesto la gente che parla a vanvera di cose che non conosce, ti prego dal soprassedere al dare ulteriori risposte se non dopo aver comprato uno dei due dispositivi cui ho fatto riferimento all'inizio.

andrea55

Dipende sempre dall'utilizzo e dalle esigenze personali ma su smartphone e soprattutto su tablet la differenza di nero si vede bene, se poi non interessa è un altro discorso.
Comunque ho l'impressione che questa prima parte sia un'infarinatura per utilizzo quotidiano generico, credo che la seconda parte sarà molto più specifica

Giovanni Calice

Uno che da del fanboy agli altri per me è solo un fanatico....detto ciò, continui a non capire.
Il problema non è un tablet vecchio di un anno, aggiornato a mm tra l'altro, ma la mancanza di apps da parte di Google per uso "professionale" che invece Apple ad esempio ha.
Se per te questa è un affermazione dogmatica credo tu non abbia mai avuto un iPad o quantomeno dato un occhiata all'offerta di Apple e anche MS in verità.

stefano

Ma proprio no guarda...su una tv per alcuni motivi e sugli smartphone per altri può avere una certa rilevanza (in ogni caso niente che possa essere così determinante per una scelta).

Ma su un tablet l’utilità dello schermo OLED al di là di preferenze personali, che ci stanno, proprio non c'è

Darkat

Si va bene XD mi hai fatto ridere

Federico

Non sono un fanatico di Android, ho avuto di tutto e conto di cambiare ancora quando sarà possibile.
Però in questo momento l'offerta Google rappresenta lo step più avanzato.

Non mi pare che tu avessi posto delle domande ma solo fatto dogmatiche affermazioni basate su un oggetto che montava una versione di sistema operativo ormai obsoleta

Giovanni Calice

Hai ragione...mentre scrivevo la risposta precedente ho pensato, ma perché rispondo a un povero fanatico di Android che ritiene obsoleto un tablet con quell'hw comprato neanche un anno fa e ripete come un ossesso che Android e le apps sono mature per uso professionale quando evidentemente non conosce cosa offre la controparte Apple o MS? Dai che magari non è così inutile...e invece nulla, soliti discorsi, solite risposte da tifoso, solita perdita di tempo.

Federico

Vabbè è inutile discutere con chi parla di cose che non conosce minimamente.
L'ennesimo inutile fanboy

Giovanni Calice

Privo di senso è pensare che un modello arcaico, come lo hai definito tu un tab s3 (non mi va di spiegare che non è affatto arcaico tanto non servirebbe a nulla), possa essere il problema di poche apps strutturate per tablet o che a livello professionale Android è, se paragonato ad iOS, una mezza schifezza.

andrea55

Si ma non è che abbassando la luminosità la situazione cambi, la cosa è risaputa ma in una recensione non si può dare nulla per scontato, anche perchè altri tablet con schermo Oled non esistono quindi è uno dei principali punti di forza.
Come differenza è tutt'altro che irrilevante soprattutto perchè è un tablet, su una Tv può essere discutibile in virtù della vita utile e del tipo di utilizzo, ma su tablet e smartphone fa la differenza.

Spud O' Leany

"il bevitore" di teomondo scrofalo, un quadro umile ma ricco di poesia

filippo

Ottimo! Buona giornata!

Riccardo P

Uhm, entro la settimana se non vengono fuori impicci.

filippo

Buondì! Quando uscirà la seconda parte? Ottimo lavoro come sempre cmq!

Riccardo P

Ciao. Sarebbe stata troppo lunga in un'unica parte, per forza di cosa meno dettagliata. Meglio spezzarla secondo me.

Riccardo P

Quale arte preferisci? Fammi sapere così alla prossima recensione te la metto in bella mostra!

stefano

Guarda il discorso che si stava facendo non c'entra con quanto mi stai rispondendo è la luminosità al max la sparata il recensore per evidenziare la retroilluminazione sugli ips.

Qui non si sta negando quello che ha detto il recensorse, ma si sta dicendo che era una cosa scontata e risaputa, e l'esaltazione di questa differenza su un tablet, dove tra l'altro è una cosa abbastanza irrilevante sa di costruito

andrea55

C'entra poco la luminosità, su un tablet il nero si vede bene perchè la superficie è ampia, nel video viene evidenziata la massima differenza ma è sempre presente anche a luminosità inferiore.
Che sia u difetto o no dipende da molte cose, sicuramente è una qualità in più poi ciascuno valuterà quanto importante, solitamente chi prova l'Oled non torna più indietro

edv

Esci sto confrontone, su! XD

ManuB

Ma sono l'unico che vede le recensioni di Riccardo per prodotti che non mi interessa comprare?

stefano

Il problema è spingere su difetti insiti nelle tecnologie che poi nella vita reale non sono veri difetti.

Perchè la necessità di sparare là luminosità al max Per apprezzare non so quale dettaglio scuro nella vita di tutti i giorni non lo vedo

Federico

Android ha iniziato a cambiare a partire da Marshmallow, e con Nougat è arrivata la prima versione realmente utilizzabile in ambito professionale.
Stessa cosa può essere detta del software.
Prendere a modello un arcaico S3 è privo di senso.

Giovanni Calice

Vedi il problema non è la potenza hw, ho avuto un samsung tab s3, è la poca coerenza del sistema per i tablet e la mancanza di apps dedicate per fare cose che magari faresti solo su tablet.

Giovanni Calice

se non ho dati corretti, su cui fare analisi, per me qualsiasi posto non è il massimo e a quel punto il mio pensiero e valutazione vale come quella di altri...speravo potessi fornirmeli, cmq cercherò da solo perchè mi hai messo una certa curiosità :)

Loreee

io non ci perdo nemmeno tempo a parlare con un ifogn fan. ciao ciao, tieniti stretti i tuoi neri grigi! ahah

andrea55

Non capisco dove sia il problema, l'amoled era in modalità adattiva che accentua molto i colori, con i profili e le regolazioni si può tranquillamente raggiungere la naturalezza dei colori

Samsung Galaxy S9/S9+ con Android Pie e One UI: beta disponibile al download | Video

Samsung Infinity Flex Display: ecco il prototipo dello smartphone pieghevole

Samsung Galaxy A7 2018: live batteria (3300mAh) | Fine ore 22:55

Samsung Galaxy A7 2018: fascia media alla riscossa | Anteprima