Samsung: memorie UFS 3.0 nel 2019 e LPDDR5 nel 2020

24 Ottobre 2018 6

Samsung e Micron stanno continuando a portare avanti il fisiologico ed inevitabile processo di miglioramento della componentistica destinata gli smartphone, con specifico riferimento alle memorie di storage e RAM. L'occasione per fare il punto sulle novità in arrivo nei prossimi anni è rappresentato da Summit 4G/5G di Qualcomm (QUI l'articolo sulla ricarica rapida che passerà a 32W), in corso di svolgimento ad Hong Kong, ed è una location scelta non a caso, visto che le memorie super veloci sono pensate per assecondare l'altrettanto super veloce connettività 5G che, a partire dal prossimo anno, entrerà a far parte della dotazione di serie degli smartphone.

Storage UFS 3.0 nella prima metà del 2019

Il primo appuntamento è fissato per il la prima metà del 2019 con le memorie di storage UFS 3.0. Saranno disponibili nei tagli di memoria da 128, 256 e 512GB. Micron ha poi confermato che l'arrivo dei primi smartphone dotati di 1TB di memoria integrata è fissato per il 2021 - da precisare che esistono già oggi smartphone con 1TB di storage (ved. lo Smartisan R1), ma si tratta, verosimilmente, di due moduli da 512GB, mentre Micron fa riferimento alla disponibilità di singoli moduli da 1TB.

A fronte di dimensioni non dissimili da quelle delle memorie UFS 2.1, lo storage UFS 3.0 renderà possibile un marcato incremento delle prestazioni: nel corso del keynote tenuto da Samsung al Summit, si è fatto riferimento ad un'ampiezza di banda raddoppiata rispetto a quella dei moduli UFS 2.1.

RAM LPDDR5 nel 2020

Novità sul fronte RAM, arriveranno con l'esordio delle memorie LPDDR5: Samsung ha confermato che la produzione di massa prenderà il via nel 2020 e, anche in questo caso, la parola d'ordine dei nuovi componenti è velocità. Le RAM LPDDR5 consentiranno di incrementare l'ampiezza di banda delle attuali memorie LPDDR4x sino a raggiungere i 51,2 GB/s, il tutto senza trascurare l'aspetto dei consumi energetici, ridotti del 20%.

Effetto 5G

Memorie RAM e storage sempre più prestanti in arrivo a partire dal 2019 sono una delle conseguenze legate all'emergente settore delle reti 5G - Samsung lo indica espressamente nella slide sopra riportata che recita: LPPDR5 è la soluzione DRAM giusta per gli smartphone 5G. Il 5G farà da traino all'intero settore smartphone (e non solo) dando un impulso quanto mai gradito in quei mercati, come i Paesi occidentali, in cui è maggiormente percepibile la stagnazione. Samsung rientra nel sempre più esteso novero delle aziende impegnate nello sviluppo di smartphone 5G, a fianco di brand come Huawei, Honor, Lenovo e OnePlus.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Gaming Pro a 419 euro oppure da Coop Online a 499 euro.

6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco -

C'è bisogno di qualcosa di nuovo, perché anche nel settore mobile, da quasi 3 anni c'è ben poca innovazione

Tetsuro P12

E le GDDR6? Non sono un pelo in ritardo? A me interessa più per una eventuale Switch 2 che per altro. ^^

MrNondisponibile

Come mi piacciono queste notizie...soprattutto quando ad oggi ci sono ancora paesi (e non pochi) dove il segnale 4G è ancora a dir poco penoso!! Portate al 100 il 4G poi parliamo del 5..

romoloo

in realtà non si è capito se a inizio 2019 devono iniziare a produrre le ufs 3.0 oppure se entreranno già in circolazione. perché in questultique caso fanno perfettamente in tempo per s10 che arriva a marzo

billkilluscoTrmp2020

Se ne parlerà con l'S11 e Note 10 per le nuove memorie UFS 3.0 eLPDDR5 sicuramente!!!

Artorias

Ciò significa che la versione base di s10 non avrà queste memorie

Mobile

Recensione Huawei Watch GT 2: super autonomia e bel display

Amazon

Le migliori offerte Week End: gadget, accessori, smartphone, informatica e altro

Apple

Recensione iPad 10.2 (2019), iPadOS fa la differenza

Smartphone

Oppo Reno 2 e Reno 2 Z ufficiali: 6,5" full screen Amoled da 349 euro