Galaxy Home Mini: certificazioni, prima immagine e beta test in Corea

28 Agosto 2019 72

Aggiornamento 28/08

Samsung ha confermato una volta per tutte l'esistenza di Galaxy Home Mini - non che a questo punto fosse in discussione. In ogni caso, la società cerca volontari in Corea del Sud per testarlo. Dalla pagina di annuncio sul sito ufficiale della società emerge un dettaglio piuttosto interessante: pare che sia dotato di un trasmettitore a infrarossi, per controllare altri dispositivi presenti in casa.

Aggiornamento 22/05

Samsung Galaxy Home Mini ha ricevuto la certificazione FCC. Grazie alla documentazione depositata presso l'ente, siamo inoltre in grado di dare una prima occhiata al design del futuro speaker intelligente che si differenzia dalla variante 'standard' per l'assenza dei piedini di supporto e una forma meno allungata.


Aggiornamento 30/04

Samsung Galaxy Home Mini sembra davvero essere pronto a fare il suo debutto sul mercato: oltre alla certificazione Bluetooth SIG ha infatti ricevuto recentemente anche quella da parte della WiFi Alliance (QUI potete scaricare il documento), che ha rivelato la presenza del sistema operativo Tizen 4.0 e il supporto alla rete wireless a 2,4GHz.


Aggiornamento 29/04

Lo smart speaker Galaxy Home - presentato al lancio di Galaxy Note 9 - sembra ormai essere sparito nel nulla. L'ultima volta che ne abbiamo parlato è stato lo scorso febbraio, quando venne confermato il lancio entro il mese di aprile, ma ormai - a meno di un annuncio in extremis nel corso della giornata di domani - sembra chiaro che questa tempistica non sarà rispettata.

In attesa quindi di scoprire quale sarà il destino di Galaxy Home, ecco che l'ente di certificazione Bluetooth SIG conferma ancora una volta l'esistenza della variante Mini dello speaker, identificata dal codice SM-V310. Questa volta viene anche citato il nome ufficiale Galaxy Home Mini e veniamo a conoscenza del fatto che il dispositivo è compatibile con lo standard Bluetooth 4.2. Ora non ci resta che attenderne l'annuncio ufficiale e, se possibile, la commercializzazione in tempi brevi.


Articolo originale del 30/12/2018

Galaxy Home, il primo smart speaker che integra l'assistente vocale Bixby, potrebbe non essere l'unico prodotto della famiglia pensato da Samsung. Secondo quanto riferiscono gli ultimi rumor la casa coreana starebbe infatti lavorando su un secondo smart speaker Galaxy Home, capace di competere con dispositivi più economici come quelli Google Home e Amazon Echo.

Il secondo Bixby speaker dovrebbe essere identificato da Samsung come model number SM-V310, mentre come ben sappiamo il fratello maggiore è stato catalogato come SM-V510. La colorazione scelta per lo smart speaker dovrebbe essere ancora una volta quella nera, ma non sono escluse ulteriori varianti.

Sfortunatamente non ci sono informazioni per quanto riguarda le specifiche tecniche e, quindi, rimane per ora un mistero come il produttore coreano abbia agito per abbattere i costi di produzioni rispetto al Galaxy Home. La presentazione ufficiale potrebbe avvenire invece già nei prossimi giorni al CES 2019 di Las Vegas.

Galaxy Home ricordiamo integra 6 potenti speaker e 8 microfoni, è stato realizzato con il supporto di AKG ed abbina all'assistente vocale Bixby tutte le funzionalità dell'ecosistema SmartThings.

Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e, in offerta oggi da Gaming Pro a 459 euro oppure da Unieuro a 549 euro.

72

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
daniele

S10+ aziendale mica lo butto via , ha tante qualità, sicuramente non il suo ecosistema

Squak9000

non compri Samsung e ciao.

daniele

Sì certo e nel frattempo ci troviamo un sistema duplicato inutile e un sistema Google bello pronto e funzionale azzoppato (tasto bixby nn utilizzabile, galleria non disattivabile)

Squak9000
daniele

Samsung, fai dei gran bei telefoni, ma il tuo ecosistema fa schifo, abbraccia Google una buona volta

il Gorilla con gli Occhiali

Si.

Tony Carichi

Davvero eh?

il Gorilla con gli Occhiali

Peccato che al momento abito in Italia. Mi sarebbe piaciuto poter testare tale tecnologia.

Cloud387

Ormai l'unica certificazione che conta è la "trump approved for free spionage"

Max

Vintage.

BLOW

Samsung è indipendentemente da Google! Ha galaxy apps, Bixby, home mini ecc..

zanatos

e wifi 2.4

Squak9000

ci sono tante cose inutili al mondo...

normale che con una casa attrezzata a dovere prendono un pochino piu di senso.

se a casa non hai tapparelle, luci, condizionatore ed elettrodomestici connessi naturalmente non puó tornarti utile

Non capirò mai l'utilità di questi aggeggi

BLERY
Federico

Che noia.
Addio

pisqua187

ma ti leggi???
e per fortuna hai un blog... sei tu che compri roba da poveri a 50€.. la domotica è ben altro fattene una ragione. un impianto domotico SERIO, con veri standard non per "antiglobalisti"(ma poi davvero...ti leggi??)
parti come minimo da 5000€! e per minimo intendo centralina, le luci di casa e forse le telacamere.. se vuoi parlare di finestre,porte, acqua,gas quadruplica!
tu non sai nemmeno cosa sia la domotica. a te hanno fatto scegliere 3 sistemi propietari e tu giustamente hai guardato il tuo android da 250€ e hai detto "beh ho gmail, fa tutto lui" e l hai preso! io mi sono fatto una cultura prima di sparare cavolate! povero.... ha ah ah alemno avessi tutto apple per sparare sta goliardata! scrivi articoli su SO che non si sa nemmeno se avranno una continuità..

Federico

Embè? cavolo c'entra il prezzo e l'ideologia con gli standard di fatto?
La domotica in questa fase non è roba per poveri ed anti globalisti.
Magari fra dieci anni lo sarà, ma per ora una casa veramente domotica come la mia è cosa per chi decide che un oggetto, una funzionalità o un servizio gli piacciono e se li compra dando per scontato che potranno essere integrati e gestiti.
I poveri si comprassero quel che vogliono, ai fini del mercato il potere di acquisto dei poveri ha peso nullo.

pisqua187

e anche tutto il paradiso... tra l'altro l'hd da quello che so parte da 1280x720..i famosi "hd ready"

pisqua187

dovresti vedere da dove siamo partiti.
Federico: "la domotica" significa compro una diavoleria qualsiasi perché mi piace il design/prezzo/caratteristiche ed ho il 100% di probabilità che essa sia supportata.

tu compri una cosa compatibile a un linguaggio che amazon, google,e apple fanno pagare in licenza a una società terza! non è uno standard è compatibile! se domani apple/G/Amz decidono di far andare nell oblio tutti i vecchi dispositivi, tu e il tuo oggetto 100% supportato vi prendete una stangata sui denti e ovviamente dovrai andare a comprartene un altro di "compatibile"
Standard è quando una cosa non si può essere modificata perche di fatto se si cambiasse, tutto il mondo non lo userebbe piu!

Federico
pisqua187

ti ripeto che standard è un altra cosa. standard:
agg., s. ingl. (pl. standards); in it. s.m. inv. (o pl. orig.), usualmente pr. adatt.
1 Modello di riferimento a cui ci si uniforma: attenersi a uno s. comune; esemplare, campione di un certo prodotto; complesso di norme per la fabbricazione di un prodotto. lo standard tricefalo non puo esistere!
il wifi è uno standard! la usb è uno standard, la rete gsm è uno standard non di certo assistant, siri e alexa!

Federico

Puoi chiamarlo come ti pare ma sta di fatto che il mondo della domotica funziona su quello standard tricefalo ed interoperabile.
Per fortuna ciò che desidero io, quello che vorresti tu o quello che piacerebbe a chiunque altro qui dentro non conta assolutamente niente.
Contano unicamente i bisogni del mercato e le aziende che meglio sono in grado di interpretarli
Tutto il resto è noise e denaro buttato via.

pisqua187

quello è un protocollo di comunicazione e non uno standard della domotica!anche perche sono tutti brevetti registrati da 3 aziende diverse quindi se un giorno o l uno o l altro decide di fare una modifica al protocollo nemmeno gli accessori appena usciti si salvano!

standard è quando per collegare un hw non devi smenarti tanto a cercare l accessorio compatibile. plug&play! come una usb che avrà 30anni e la usiamo tranquillamente tutti i giorni!!

e poi... lungimiranza.... io non affiderei completamente casa (ad oggi) al wifi e a internet perche questo se salta (e dalle parti mie non è utopia) resti totalmente fuori da tutto.. prova ad accendere una luce wifi senza l'app se l'interrutore lo nascondi.

Federico

Ormai lo è.
Quando la stragrande parte delle componenti comunemente disponibili in commercio è compatibile con il trio Apple/Google/Amazon, allora quello è lo standard della domotica.
Usare altro è puro masochismo e poca lungimiranza.

pisqua187

vero quello che dici ma ripeto che non è "domotica" lo "standard" dell hw!

Fabulo_Ous

Infatti il mio voleva essere un consiglio per farli vendere, con Bixby sono prodotti nati morti

Federico

Guardo un oggetto che mi piace (o mi serve) e lo acquisto dando per scontato che sarà integrabile con il resto delle apparecchiature della mia casa e gestibile dal sistema di controllo che desidero utilizzare.
Quindi sia gli oggetti che i sistemi di controllo devono essere in grado di essere integrabili con qualsiasi altra cosa e poter gestire qualsiasi cosa.
Se queste condizioni non sono verificate la domotica cessa di essere comodità per tramutarsi in costrizione

Jezuuz
Max

Ci metteranno Bixby

Max
Federico

La mia casa è totalmente gestita dalla domotica ormai da molto tempo, e tutto è concepito in modo tale da poter funzionare indipendente dal tipo di oggetto di controllo, di tecnologia o di costruttore.
Senza standard non si va da nessuna parte.

The_Th

io ho il dot, e sinceramente se lo uso come sottofondo mentre faccio altro non sento nemmeno la necessità di una maggiore qualità audio, tanto se sono impegnato a fare altri lavori in casa la musica è solo una compagnia...

Per me se vuoi maggiore qualità tanto vale prendere un impianto audio decente, io ho uno stereo con qualche anno ma di discreta qualità, che uso attaccato al Dot quando voglio qualcosa di più "decente"

The_Th

design orribile a parte (sono gusti) Amazon e Google hanno ampiamente dimostrato che questi cosi vendono se costano poco...
In pochi sono disposti a spendere 300/400€ per uno speaker smart, che per quanto di qualità sia rimane una unica cassa che non può competere con un sistema più grande e completo...

Io ho Echo Dot pagato 30€, non sento la necessità di qualcosa di più, se devo solo mettere la musica di sottofondo mentre sto facendo altro lo faccio partire anche così liscio, altrimenti lo posso sempre collegare allo stereo con il jack audio...
e se collegato ad un impianto quantomeno decente va 100 volte meglio di una singola cassa...

Altra alternativa sono le millemila casse BT, che si possono anche portare in giro per le stanze senza problemi e permettono di ascoltare la musica dal telefono...

pisqua187

mi sa che sei un po confuso sul concetto di domotica...
domotica in senso spiccio significa adattare la tecnologia in casa per migliorare la qualità della vita.
quello che vuoi intendere tu si chiama "standard" e non centra con la domotica ma con le politiche aziendali.
la tua macchina è compatibile con la totalità dei distributore ma se ti compri una tesla?

Fabulo_Ous

Design discutibile a parte se ci mettessero sopra Assistant ne venderebbero a pacchi visto che in molti paesi Google non vende tutta la sua linea di smart speaker

Top Cat
Idkfa

Con tutto il rispetto, tra un HD ed un 4k c'è un abisso

momentarybliss

Infatti, non pretendo certo dal Dot che suoni come un Bose, ma ha una bella potenza e da app si può anche aggiustare l'equalizzazione. Come giustamente dici, da usare per riprodurre musica di sottofondo mentre si fa qualche attività casalinga va più che bene, poi volendo si può comprare l'Echo Plus col subwoofer, ma a quel punto davvero a mio avviso ci si domanderebbe se vale la spesa

bldnx

https://media0.giphy.com/me...

Squak9000
andrea55

Desing discutibile

centrale

Cosa intendi per diavoleria?

Federico

"la domotica" significa compro una diavoleria qualsiasi perché mi piace il design/prezzo/caratteristiche ed ho il 100% di probabilità che essa sia supportata, così come ho la certezza che il collettore del serbatoio della mia autovettura sia compatibile con la totalità dei distributori di carburante.
Se questa condizione non è rispettata è inutile.

Antares

a me questo speaker sa tanto di scopiazzatura a metà tra homepod e podspeakers.

J.H. Bolivar Pacheco

Ricorda che con Spotify puoi avere anche i diffusori Nautilus, che sempre schifo farà la resa finale in quanto alla fine non trasmette audio di alta qualità, ma sempre compressa.

Per essere una cassa così piccola Echo Dot risulta piacevole per chi la vuole usare come radio da cucina o bagno. Tuttavia dovresti sentire il google home mini di pari prezzo che è peggiore come suono.

Max

Per carità la musica no... qualità audio infima anche senza essere audiofili. Vale quello che costa.

Max
centrale

Questo almeno è stato visto funzionante ahah

Comunque potrebbe essere annunciato domani anche per l'Italia.

centrale

Yes, supporta tutto ciò che è compatibile con SmartThings

Android

Samsung Galaxy S10+: tutte le novità di Android 10 e One UI 2.0 | Video

Amazon

Le migliori offerte tech di oggi: TV, Power Bank, periferiche, Xbox One X bomba e altro

Eventi

HDblog domani a ROMA: Nova 5T, Smart Eyewear e FreeBuds 3 e HDblog for Work

Android

Recensione Google Pixel 4 XL e confronto sblocco 3D con iPhone 11